Surrogazione LGTB

surrogacionelgtbGestazione per sostituzione per lesbiche

Per le coppie lesbiche e le donne single i cui uteri non sono funzionali o con malattie che comportano rischi gravi per loro stesse o per il feto durante la gravidanza, o che non
hanno concepito nonostante vari cicli di FIV per motivi medici sconosciuti esiste, come ultimo ricorso per la possibilità di essere madri, la maternità surrogata.

Prima di intraprendere un trattamento, tutte le donne devono sottoporsi a una serie di  esami per individuare i fattori che potrebbero rendere difficile il concepimento; attraverso questo studio sulla fertilità, si procede ad elaborare un piano di trattamento personalizzato.

I princípi medici che contraddistinguono questa tecnica sono gli stessi presenti nei cicli di ovuli donati che vengono impiantati nell’utero della madre ricevente. La donna che
produce gli ovuli si sottopone a stimolazione ovarica e si estraggono i suoi ovuli con un ciclo di FIV, allo stesso tempo si prepara al concepimento l’utero della futura gestante con
estrogeni e progesterone. Gli ovuli si estraggono mediante un semplice intervento chirurgico ambulatoriale durante il quale si somministra solo una leggera anestesia. Gli ovuli vengono fecondati e gli embrioni si coltivano nel giro di pochi giorni. Il giorno del trasferimento, gli embrioni che presentano le maggiori possibilità di dar luogo a una gravidanza si collocano nell’utero della ricevente. Il numero di embrioni trasferiti dipende dall’età della futura madre o, se fosse necessario, della donante di ovuli, e dalla qualità degli ovuli coltivati.

Gli indici di gravidanza con gestazione per sostituzione dipendono soprattutto dall’età della donna che produce gli ovuli. Quando si utilizzano ovuli donati dalla gestazione per sostituzione, e sempre che gli ovuli e così l’utero si trovino in ottimo stato, la percentuale di successo è tra le più alte possibili nella medicina riproduttiva di oggi, con tassi di gravidanza tra il 75% e l’80% e indici di parto superiori al 60%.

Surrogazione per i gay

E’ sicuramente da evidenziare il notevole incremento del numero di gravidanze di madri in affitto su incarico di coppie gay: le madri in affitto, dunque, non sono solo un’opzione esclusiva per coppie con problemi di fertilità, ma diventa un servizio sempre più utilizzato all’interno della comunità gay internazionale, aiutando così a realizzare il sogno di essere genitori e costruire una famiglia, alle stesse condizioni di una coppia eterosessuale.

Gli uomini single e le coppie gay possono formare una famiglia grazie alla tecnica della medicina riproduttiva. La fecondazione in vitro con ovuli di donatrici e gli spermatozoi del padre o dei padri e il successivo trasferimento dell’embrione a una madre gestante sostitutiva (ventre in affitto) permette agli uomini single e alle coppie gay di avere propri figli biologici.

Le percentuali di successo delle gravidanze con ovuli di donatrici e madri sostitutive sono tra le più alte che esistano nella riproduzione assistita: le probabilità di un felice esito sono da collegarsi in primo luogo alla giovane età della donatrice e alle ottime condizioni uterine delle madri gestanti.

Tanto le donatrci quanto le madri gestanti sono selezionate da agenzie specializzate che portano a termine l’ingaggio e la scelta delle candidate, facilitano il contatto con avvocati specializzati in diritto riproduttivo e prestano assistenza nella formalizzazione di tutte le pratiche.

Tutte le donne che vogliono donare ovuli o servire da gestanti passano attraverso una serie di esami medici e psicologici completi e devono già avere un avvocato specializzato in questa materia, prima di iniziare i trattamenti di fertilità.

L’équipe medica e i professionisti di laboratorio che collaborano negli altri paesi, realizzano tutti gli studi medici necessari prima e durante il trattamento. Ogni ciclo di trattamento è supervisionato da endocrinologi specializzati e tutti gli interventi vengono effettuati in centri degli Stati Uniti.

Stiamo aiutando persone di tutto il mondo a formare una propria famiglia attraverso le tecniche di riproduzione assistita.

Se desidera più informazioni su come iniziare il processo, non esiti a chiamarci o mandarci una mail per accordarsi per un incontro con i nostri professionisti.

^